Thumb, come pollice, grande come Issun Boshi

Issun Boshi1

Issun Boshi, Icinori – 2014, Orecchio acerbo

A una prima considerazione la lettura parallela di Issun Boshi e Pollicino verrebbe naturale. In realtà oltre alla statura i due “alti come un pollice” nulla hanno in comune… Forse anche l’intelligenza, ma in Issun Boshi trovo sia più raffinata e generosa che in Pollicino, laddove evoca di più una furbizia mirata alla sopravvivenza anche a scapito degli altri (Pollicino che salva la vita a sé e ai suoi fratelli lasciando che l’orco sgozzi le sue sette bambine è una delle più crudeli svolte narrative di cui io abbia memoria, se non la più crudele). Pollicino ha numerosi fratelli, bocche su bocche da sfamare per i genitori poveri che non desiderano prole, al contrario cercano di liberarsene; Issun Boshi è figlio desiderato, atteso, frutto di preghiere. Molto più in linea con la leggenda di Tom Thumb (celebre protagonista della tradizione anglosassone di inizio XVII secolo), e le sue varianti (Thumbelina/Mignolina).

Issun Boshi, Icinori - 2014, Orecchio acerbo

Issun Boshi, Icinori – 2014, Orecchio acerbo

Issun Boshi è desiderato e atteso, dicevo, da due genitori che ogni giorno sperano nell’arrivo di un piccolo, anche molto piccolo; le loro speranze un giorno s’avverano e il piccolo tanto atteso arriva. Si tratta di un miracolo, anche se piccolo è piccolo davvero, per questo decidono di chiamarlo Issun Boshi “quello che non è più grande di un pollice di bambino”. I genitori sono riconoscenti, felici. Issun Boshi cresce e crescendo diventa astuto e capace, sebbene la sua statura rimanga sempre la medesima. Il mondo però, così grande com’è, gli sta stretto, e allora decide di andar via, all’avventura: “in città troverò un destino a mia misura”, così saluta i suoi genitori che, come si conviene all’inizio di un’avventura, gli donano degli strumenti che, lo si intuisce, potrebbero anche salvargli la vita; un ago e una ciotola per il riso (che saranno a volte katana, a volte vascello, a volte scudo, a volte cappello…).

Issun Boshi, Icinori - 2014, Orecchio acerbo

Issun Boshi, Icinori – 2014, Orecchio acerbo

Issun Boshi s’avvia per il vasto mondo e vive diversi accidenti, alcuni dei quali sarebbero stati troppo grandi anche per un eroe non così piccolo; con un’intelligenza che non si perde d’animo, però, il piccolo eroe riesce a scampare i guai e a trovare una propria dimensione in un lieto fine che rimane fedele alla tradizione fiabistica giapponese cui questa storia si ispira.

Issun Boshi, Icinori - 2014, Orecchio acerbo

Issun Boshi, Icinori – 2014, Orecchio acerbo

Le illustrazioni sono baciate dalla luce del Sol Levante che tutto investe e tinge di un sapore che è quello del mattino. Trionfa la luce che ristà nell’aria e illumina il rosso e  il turchese che a mescolarli e separarli divengono quasi verde o giallo, quasi rosso, nero. Tonalità raffinate e originali che ho raramente avuto modo di gustare se non in Jabberwocky, non a caso illustrato da Raphael Urwiller (che in coppia con Mayumi Otero diventa Icinori) e in poche altre occasioni.

Questo è senza dubbio un albo che non può mancare nella libreria dei vostri bambini per numerose ragioni, tra le quali quella che l’impressione è di leggere una storia che è in movimento, quasi che le pagine fossero quelle di un Kamishibai, e muovendosi muove un’attenzione che è profonda e nutre di essa gusto e immaginazione.

Issun Boshi, Icinori - 2014, Orecchio acerbo

Issun Boshi, Icinori – 2014, Orecchio acerbo

Issun Boshi – il bambino che non era più alto di un pollice di Icinori è il 150° titolo di Orecchio acerbo che festeggia l’occasione il 9 maggio alla Casina di Raffaello a Roma (Villa Borghese).

Issun_Boshi_coverTitolo: Issun Boshi – il bambino che non era più alto di un pollice
Autore: Icinori
Traduttore: Paolo Cesari
Editore: Orecchio acerbo
Dati: 2014, 32 pp., 18,00 €

Lo trovi tra gli scaffali virtuali di Amazon.it

Una risposta a “Thumb, come pollice, grande come Issun Boshi

  1. Pingback: 10 Classic Japanese Stories | tsunagu Japan·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...