Che genio! Storie di personaggi straordinari

C’è un momento nella vita di ogni bambina e di ogni bambino che, non c’è dubbio, prima o poi arriva. Fa capolino intorno agli 8 anni e consiste nel voler sapere tutto su tanti specifici argomenti. Certo le passioni sono diverse, ma ce ne sono alcune ricorrenti e di solito sono: animali, esistenti ed estinti, luoghi meravigliosi, biografie di personaggi celebri o eroi.

Di libri che cataloghino tra gli scaffali delle librerie se ne trovano molti, ma tanti sono prodotti di facile consumo, piuttosto superficiali, destinati a soddisfare curiosità che si intendono passeggere.

Credo invece che il metodo di ricerca e studio (sì, ho detto proprio “studio”) per un bambino o una bambina si formi anche grazie a questo genere di pubblicazioni; per questa ragione se ne devono scegliere di ben strutturate, piacevoli, che forniscano informazioni corrette in un lessico accurato e accattivante. Dei libri, insomma, che i bambini abbiano voglia di leggere, rileggere e che ritornino ne tempo a consultare.

Che genio! di Guido Sgardoli potrebbe diventare uno di questi libri tra le mani di bambini interessati alle storie di personaggi straordinari. Diciotto per l’esattezza; diciotto storie di uomini e donne che con la loro caparbietà, il loro talento, la loro passione hanno rivoluzionato il mondo, hanno scoperto continenti, hanno fatto le rivoluzioni, hanno creato opere straordinarie. A ciascuna storia un colore pastello, dei caratteri dal bell’effetto tipografico e pagine sufficienti a rapire con racconti che hanno i toni del fantastico e invece narrano di gesta e imprese reali.

Scopro che Nelson Mandela in realtà si chiamava Nelson Rolihlahla Mandela e che questo nome dal suono di un cantilena, scelto per lui dalla madre che lo aveva partorito in riva al fiume, significa “attaccabrighe”. Nelson, amava quel nome, sebbene non avesse un riscontro nel suo modo di essere, e brighe ne avrebbe attaccato, e molte, con coloro che sostenevano l’apartheid. Scopro che Stanley Kubrick ha iniziato la sua carriera nel mondo delle immagini scattando fotografie; che Rita Levi Montalcini si iscrisse alla facoltà di medicina e chirurgia contro il volere dei genitori.

Scopro, soprattutto, che in ogni vita straordinaria c’è una vita semplice, tanto simile a quelle di ciascuno di noi, e che, molto raramente i veri geni, quelli capaci di cambiare il mondo, pensavano di esserlo o erano ritenuti tali, specie da bambini. Una lettura che consiglio a bambine e bambini di grandi speranze. A tutti i bambini, quindi.

9788847733435Titolo: Che genio!
Autore: Guido Sgardoli
Editore: Edizioni El
Dati: 2016, 181 pp., 14,90 €

Lo trovi tra gli scaffali virtuali di Amazon.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...