Dimenticare Berni

Dimenticare Berni di Eva Sanchez Gomez - 2016, Edizioni corsare

Dimenticare Berni
di Eva Sanchez Gomez – 2016, Edizioni corsare

In un cantuccio dietro al mobile grande e scuro del soggiorno di mia madre. Lo ricordo come se mi fossi appena scrollata dalla salopette di velluto a coste le briciole del pane tostato: mai avrò amico più prezioso; croce sul cuore. Quell’angolo era il luogo segreto in cui chiacchieravo con il mio migliore amico, che era un amico segreto, che era un amico immaginario. E immaginario ma sempre con me è rimasto a lungo.

Non pensarci? Dimenticare? Credo che nessuno me l’abbia mai chiesto, ne avrei memoria, ma se fosse successo avrebbe avuto del grottesco, sarebbe stato impensabile per me, naturale per loro, gli adulti intendo. Ma se fosse successo avrei risposto esattamente come la bambina protagonista di queste pagine: “Impossibile!”

Io con il mio elfo Gigi andavo per mare e sempre naufragavamo su un’isola selvaggia e dovevemo ingegnarci a costruire rifugi, pescare il pesce a mani nude e arrampicarci sulle palme per raccogliere i cocchi.

Dimenticare Berni di Eva Sanchez Gomez - 2016, Edizioni corsare

Dimenticare Berni
di Eva Sanchez Gomez – 2016, Edizioni corsare

Lei con il suo amico Berni, l’orso bianco, gioca, pattina, legge, condivide pomeriggi di chiacchiere, sogni.

Berni occupa quasi tutte le pagine ma non le ingombra mai, sembra leggero e lieve nel suo essere un enorme orso polare. Soffice e delicato come potrebbe essere un orsetto di peluche. Leggendo le tavole illustrate di Eva Sanchez Gòmez più volte mi è capitato di sovrapporre ad esse delle altre che si ispiravano alla prima, quella che svela, quella che anticipa. Segno di una narrazione empatica, vicina, limpida.

Dimenticare Berni di Eva Sanchez Gomez - 2016, Edizioni corsare

Dimenticare Berni
di Eva Sanchez Gomez – 2016, Edizioni corsare

Nella letteratura per l’infanzia a volte manca questa separazione netta tra l’infanzia appunto, e l’età adulta. Qui c’è, è palpabile e vera: dimentica Berni, non esiste! – No! Sei tu che non lo vedi, non lo conosci.

I bambini vivono, ostinati, l’incanto, gli adulti, immemori, il disincanto, e sono gli uni agli altri contrapposti. Il saper rendere con così tanta naturalezza questa che  una verità che spesso manca in letture contemporanee, che vedono i bambini vivere la propria meraviglia e gli adulti con la loro invadente presenza sullo stesso piano d’azione; quando essa trova così tanto spazio e respiro io da lettrice mi fido, e posso passare a considerare anche la raffinatezza delle tavole dai colori tenui, sussurrati. La levità del testo, sempre affine, mai ridondante, essenziale.

Consiglio la lettura di Dimenticare Berni alle bambine e ai bambini che coltivano con amore amicizia e sogni, a tutti i bambini dunque.

Titolo: Dimenticare Berni
Autore: Eva Sanchez Gomez
Traduzione: Laura Sagone
Editore: Edizioni Corsare
Dati: 2016, 30 pp., 18,00 €

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...