Buonanotte, Gorilla!

Le risguardie blu notte del nuovo albo edito da LupoGuido di Peggy Rathmann sono puntellate di baloon grandi, più piccoli, piccoli. Corrispondono a vocione, vocine, vocette o si tratta invece di toni urlati, parlati, sussurrati?

Buonanotte, Gorilla!, si intitola, in corsivo sul bianco; nell’angolo in basso a sinistra un topolino fa la verticale su una zampa sola, reggendo il capo di un filo mentre, una banana, all’altro, pende dall’alto sulla pagina di destra.

Buonanotte, Gorilla!, di Peggy Rathmann - 2019, Lupoguido
Buonanotte, Gorilla!, di Peggy Rathmann – 2019, Lupoguido

“Buonanotte, Gorilla!”, dice il custode dopo aver verificato che la gabbia sia ben chiusa. Le spalle un poco curve per la stanchezza della giornata che volge al termine, il fascio di luce della torcia che illumina l’angolo in basso di una tavola doppia che è ricchissima dei colori vivaci e pieni che caratterizzano tutto il libro. La luce nell’angolo indica una strada, quella verso casa, verso la buonanotte. Ma il gorilla non è per nulla stanco, anzi, con un bel sorriso soddisfatto sfila di tasca le chiavi delle gabbie al custode.

Buonanotte, Gorilla!, di Peggy Rathmann - 2019, Lupoguido
Buonanotte, Gorilla!, di Peggy Rathmann – 2019, Lupoguido

E apre la sua, seguendo passo passo quelli del custode, mentre il topolino, che, previdente ha portato con sé una banana per un eventuale languorino notturno, lo segue a sua volta.

Buonanotte, Gorilla!, di Peggy Rathmann - 2019, Lupoguido
Buonanotte, Gorilla!, di Peggy Rathmann – 2019, Lupoguido

Ogni gabbia è un buonanotte, ogni gabbia il gorilla libera il proprio occupante che si accoda agli altri sereno, verso una meta che non conosce ma che ritiene a tal punto sicura da lasciare nella gabbia il proprio giocattolo del cuore (l’elefante possiede un peluche di Babar…).

Eccezion fatta per due tavole che sono sequenziali ma distinte, tutte le altre si svolgono su doppia pagina. Espediente narrativo utile a dare al bambino una visione completa della fila di animali selvaggi che si dipana alle spalle del custode.

Il custode e sua moglie si mettono a letto e, nel buio, al “Buonanotte” della signora rispondono sette voci che la sorprendono e che pazientemente riporta allo zoo. Tutte tranne una, anzi due, che la fanno anche a lei.

Buonanotte, Gorilla!, di Peggy Rathmann - 2019, Lupoguido
Buonanotte, Gorilla!, di Peggy Rathmann – 2019, Lupoguido

Buonanotte Gorilla! Parla ai bambini su più livelli, il più esplicito è quello in cui ci si fa coraggio a vicenda, o abbracciando il proprio pupazzo, restando nel proprio letto, o si sfida il buio con intraprendenza, raggiungendo quello dei genitori. Gli altri si sviluppano mentre si legge coi bambini e sono diversi, giacché stimolati dalla presenza minima di testo i bambini indugiano sulle tavole e aggiungono parti alla storia a seconda del proprio punto d’osservazione. Con una sola regola da seguire: commettere assieme una monelleria, mantenere il segreto. Shhh! fa segno sin dalla copertina il gorilla, e noi lettori siamo ben felici di assecondarlo, con il sorriso sulle labbra, complici.

buonanottegorilla-web_1Titolo: Buonanotte, Gorilla!
Autore: Peggy Rathmann
Editore: Lupoguido
Dati: 2019, 40 pp., 14.00 €

Buonanotte piccolino!

È ora di andare a letto. Se le tre storie preferite non funzionano, se il repertorio musicale di papà non basta e nemmeno quello della mamma è abbastanza sonnolento una buona alternativa c’è: Bisous Dodo – Night-night kisses. E il momento di fare la nanna si trasforma in un gioco.

Ideato da Djeco Night-night kisses è un gioco di carte dalle regole semplicissime (dopo la prima volta sarà il vostro bambino a organizzarlo) e dallo stile piacevole. La scatolina rettangolare dagli inserti morbidi al tatto rivela, alla sua apertura, un piccolo materasso azzurro. A cosa servirà? Sotto al materasso, come veri e propri tesori, si nascondono due figure bambine, un maschio e una femmina, cui il vostro bambino darà subito un nome di battesimo identificandosi con uno di loro e ciò gioca a favore del papà o della mamma assonnati. Da un lato i bimbi sono svegli e sorridenti, dall’altro dormono beati. Questo perché il gioco consiste proprio nel farli addormentare e cosa serve per dormire ben comodi oltre al soffice materasso? Beh, certamente un cuscino, una coperta e un tenero orsetto bruno. Queste tre carte si nascondono in mezzo alle altre (la carta bacio, la carta solletico, la carta “canta una canzone”, la carta bacino farfalla) e solo quando il bimbo le avrà trovate tutte e tre si potrà voltare la carta bambino e addormentarsi assieme dopo un quarto d’ora piacevole di coccole e sorrisi.

Le illustrazioni sono molto colorate, essenziali e immediate. L’idea ottima e il risultato davvero divertente. Attenzione a tenere sott’occhio il vostro bimbo mentre mescola le carte giacché qualche furbetto mette le tre necessarie a concludere il gioco in fondo al mazzo 😉

Bisous Dodo – Night-night kisses
3-6 anni / per due giocatori
Djeco
8,00 € ca.