Il piccolo Babbo Natale

il piccolo babbo natale 1
Il piccolo Babbo Natale, Anu Stohner, Henrike Wilson – Emme Edizioni

A cosa è destinato un Babbo Natale? Cos’è che desidera sopra ogni altra cosa se non portare i doni?
Lavora tutto l’anno in attesa della vigilia di Natale: progetta, impacchetta, spazzola le casacche rosse, ingrassa gli scarponi, tutto pregustando i sorrisi e le manine entusiaste nello scartare i doni consegnati.

Poi, esattamente come tra gli uomini, ci sono Babbi Natale più o meno simpatici, più o meno dediti alla loro missione, più o meno grandi. E ce ne sono di piccoli. Perlomeno il protagonista di questa storia lo è… piccolo, intendo.

il piccolo babbo natale 2
Il piccolo Babbo Natale, Anu Stohner, Henrike Wilson – Emme Edizioni

Ogni anno si prepara prima e meglio degli altri Babbi Natale, e ogni anno viene escluso, rimane a casa, con la sua slitta senza renne e coi suoi splendidi regali. E del Natale gusta solo la pallida ombra, come quella che proiettano sulla neve gli alberi e le capanne al chiarore della luna.

Il piccolo Babbo Natale si ritrova solo, e passeggia e passeggiando sente qualcosa accadere tra gli alberi del bosco: una riunione di animali, tutti al cospetto del gufo, gracchiante più che mai; partecipano anche dei piccoli topi, noncuranti di stare a due passi dal loro più acerrimo nemico. Evidentemente si discute di qualcosa di realmente importante, da valere il rischio. Il piccolo Babbo Natale si avvicina è ascolta, non visto.

– Non è giusto, –
borbottava l’orso. – I Babbi Natale vanno dagli esseri umani, ma non dagli animali–.

– Eppure noi abitiamo piú vicino, – mormorò una lepre. – È sempre
stato cosí, – disse la civetta. – Temo proprio che non cambierà mai –.

E invece cambia, cambia eccome! Cambia per gli animali e cambia per il Piccolo Babbo Natale!

il piccolo babbo natale 3
Il piccolo Babbo Natale, Anu Stohner, Henrike Wilson – Emme Edizioni

Le illustrazioni di Henrike Wilson occupano quasi tutto lo spazio e potrebbero raccontare la storia anche da sole, ma faremmo un torto al testo di Anu Stohner nel dirlo, giacché anch’esso racconta con efficacia questa storia di identità e sogni.
Si svolgono su doppia pagina e, come già era stato per Violetta, streghetta suppergiù, il testo le accompagna in una striscia alla base. È un trionfo di colori caldi, di aranci, di rossi che si alternano ai freddi, al bianco, all’azzurro, che in queste circostanze risultano morbidi e tenui.

piccolo babbo natale copTitolo: Il piccolo Babbo Natale
Autore: Anu Stohner, Henrike Wilson
Editore: Emme edizioni
Dati: 2015, pp. 32, 14,90 €

Lo trovi tra gli scaffali virtuali di Amazon.it

Betta sa fare tutto (o quasi)

Betta sa fare tutto (o quasi), Astrid Lindgren, Ilon Wikland - Il gioco di Leggere
Betta sa fare tutto (o quasi), Astrid Lindgren, Ilon Wikland – Il gioco di Leggere

Betta sa fare tutto (o quasi), e il passaggio repentino dalla sbruffonaggine tutta bambina dal saper fare tutto al “quasi” è talmente spontaneo da suscitare ammirazione per questi bimbi sempre in movimento e instancabili che hanno una loro dimensione, per quanto stramba e buffa essa possa essere, e ci vivono bene, pienamente e teneramente.

Betta indossa un bel paio di guanti a strisce, un cappello azzurro con pon pon e robusti scarponcini con le stringhe perennemente slacciate. La prima volta che la incontriamo in questa sua avventura natalizia si sta vantando in un candido giardino innevato a braccia aperte e gambette ben puntellate a terra. Ci sono! Lo so fare! Sembra dire, e nel farlo è fulcro e centro di una coloratissima e innevata illustrazione costruita su prospettive sbilenche e forzate che Betta (“Certo che sono proprio speciale io!”) sottolinea con il suo equilibrio, con il suo sorriso pieno e il mento all’insù. L’autrice è Astrid Lindgren (di cui abbiamo già parlato qui e qui), l’illustratrice Ilon Wikland e l’equilibrio tra le due autrici è esattamente come il sorriso sicuro di sé e gioioso di Betta: perfetto.

Betta sa fare tutto (o quasi), Astrid Lindgren, Ilon Wikland - Il gioco di Leggere
Betta sa fare tutto (o quasi), Astrid Lindgren, Ilon Wikland – Il gioco di Leggere

I contorni sono ben marcati, netti, e sottolineano la prospettiva avvitata. I colori pieni e brillanti. I vestitini di Betta, della sua mamma, degli amici, gli utensili, gli arredi mi riportano agli anni in cui ero bambina, e credo che mi sarei ben specchiata nella semplicità di Betta se, alla fine degli anni Settanta, avessi avuto l’occasione di leggerne la storia (le storie, giacché Betta è protagonista di diverse avventure, alcune tradotte anch’esse ed edite da Il gioco di Leggere). Una storia che, come molte delle storie di Astrid Lindgren, prende il via da un avvenimento semplice che nella sua semplicità nasconde la magia del caso, la fortuna dell’intraprendenza, l’incrociarsi di coincidenze e piccoli contrattempi. Nella cittadina di Betta sono finiti gli alberi di Natale in vendita e Betta e i suoi fratellini sono molto tristi dinanzi alla prospettiva di non poter avere il loro albero. Ma Betta sa fare tutto, o perlomeno ce la mette tutta, e a furia di crederci chissà che non riesca a risolvere la situazione e a volgerla a loro favore?

Betta sa fare tutto (o quasi), Astrid Lindgren, Ilon Wikland - Il gioco di Leggere
Betta sa fare tutto (o quasi), Astrid Lindgren, Ilon Wikland – Il gioco di Leggere

Albo ideale per questi freddi giorni di preparativi e addobbi natalizi.

31ebfydsttl-_bo1204203200_Titolo: Betta sa fare tutto (o quasi)
Autori: Astrid Lindgren, Ilon Wikland
Editore: Il Gioco di Leggere
Dati: 2010, 32 pp., 14,10 €

Lo trovi tra gli scaffali virtuali di Amazon.it