Il libro dei regali straordinari

3 dicembre 2016. #AkAdvent

Il regalo più bello è quello che non esiste, o meglio, quello così straordinario da essere dolcemente consapevoli: nessuno ce lo regalerà mai; e non perché si abbia amici, genitori, nonne e zii poco generosi, anzi, qualcuno ci prova a soddisfare tuttti, ma proprio tutti, i desideri dei bimbi, però la realtà è che la fantasia non ha limiti. Questa è la realtà dello straordinario: è irraggiungibile.

Il libro dei ragali straordinari, di Elisa Géhin, Mandana Sadat, Nathalie Choux e Rémi Saillard 2011, Giralangolo
Il libro dei regali straordinari, di Elisa Géhin, Mandana Sadat, Nathalie Choux e Rémi Saillard 2011, Giralangolo

E c’è un albo illustrato in cui un quartetto ben assortito di fantasiosi sognatori ad occhi ben aperti (Elisa Géhin, Mandana Sadat, Nathalie Choux e Rémi Saillard) passa in rassegna ben 44 regali straordinari. Alcuni buffi, altri poetici, altri impavidi.

Io da bambina avevo due desideri molto ricorrenti. La sera tra le coperte provavo e riprovavo a concentrarmi su di essi, li riempivo di dettagli, quei miei due straordinari desideri, e mi convincevo (nonostante non accadesse mai) che al mio risveglio, l’indomani, si sarebbero concretizzati ai piedi del mio letto o al mio risveglio. Anzi, più loro, ostinati, non diventavano realtà, più io cercavo di indirizzare i miei sogni nella loro direzione.

Il libro dei ragali straordinari, di Elisa Géhin, Mandana Sadat, Nathalie Choux e Rémi Saillard 2011, Giralangolo
Il libro dei regali straordinari, di Elisa Géhin, Mandana Sadat, Nathalie Choux e Rémi Saillard 2011, Giralangolo

E li ho trovati! Sì, ho ritrovato i miei due sogni straordinari; i regali che avrei voluto ricevere sono tra queste 96 pagine. Ho dovuto molto attendere ma alla fine avevo ragione a insistere, perché, magari, non ho qui con me un topolino che mi faccia da confidente e amico né mi ritrovo in pieno Ottocento per le strade di una cittadina inglese, ma che i miei sogni siano stati i sogni di qualcun altro, tanto da entrare in un libro, mi appaga.

Il libro dei ragali straordinari, di Elisa Géhin, Mandana Sadat, Nathalie Choux e Rémi Saillard 2011, Giralangolo
Il libro dei regali straordinari, di Elisa Géhin, Mandana Sadat, Nathalie Choux e Rémi Saillard 2011, Giralangolo

E allora, specie se i vostri bambini desiderano un dizionario per comunicare coi pesci o se vi chiedono spesso il permesso di accompagnare Babbo Natale durante le consegne natalizie, questo libro è certamente un ottimo regalo da mettere sotto l’albero. Un regalo straordinario fatto di una rassegna di regali strordinari. Buona lettura e buoni sogni.

a1afo1xy0lTitolo: Il libro dei regali straordinari
Autori: Elisa Géhin, Mandana Sadat, Nathalie Choux e Rémi Saillard (trad. Luisella Arzani)
Editore: Giralangolo
Dati: 2011, 96 pp., 17,50 €

Lo trovi tra gli scaffali virtuali di Amazon.it

Naso naso

naso naso 2
Naso naso, Jorge Luján, Mandana Sadat – 2015 Lapis

Quando penso a uno dei momenti più complici trascorsi con i miei figli mi viene sempre in mente il “naso naso”, quando gli occhi sorridono e si incontrano. Bello è stato ritrovarlo, il “naso naso” in apertura e in chiusura di questo albo tenero e intenso; trovarlo in copertina, con gli elefanti a farsene protagonisti (e chi meglio di loro!) in nero su base panna, con momenti azzurri e rossi. Naso naso si fa racconto in italiano, nell’attenta traduzione di Teresa Porcella, e nell’originale in spagnolo di Jorge Luján, che spesso danza assieme alle illustrazioni in tecnica mista di Mandana Sadat.

Naso naso: così mamma foca
sta vicina alla fochina
e insieme fanno la scoperta
che un bacio scalda più d’una coperta.

Da un mare ondulato si sporge mamma foca a far naso naso con il suo cucciolo che su uno scoglio agita le pinne emozionato, mentre in lontananza un papà pinguino, nei toni del rosso, si prende cura del suo piccolo e nel fondo del mare una mamma balena nuota con la sua, anch’esse rosse. Persino le nuvole, genitore e figlia, si scambiano un abbraccio che tra il rosso della mamma e l’arancio del piccolo diventa un rosso intenso e ci ricorda e cita un altro affetto incondizionato, quello tra due piccoli amici.

naso naso 1
Naso naso, Jorge Luján, Mandana Sadat – 2015 Lapis

Ci sono mamme che sonnecchiano, mamme spericolate, mamme burlone. Ciascuna ha il suo diverso approccio, ciascuna suggerisce con un unico gesto la propria attitudine. Tutte nella loro texture nera e panna hanno una cosa in comune: la premura. Nel loro sguardo, sveglio, assopito, divertito che sia si legge sempre l’amore.

naso naso copTitolo: Naso naso
Autore: Jorge Luján, Mandana Sadat
Editore: Lapis
Dati: 2015, 28 pp., 13,50 €

Lo trovi tra gli scaffali virtuali di Amazon.it