Rover salva il Natale

Infonde buonumore questo racconto natalizio di Roddy Doyle. L’ho letto d’un fiato; lettura interrotta solo da risate e sorrisetti. Posso solo immaginare quelle rumorose e contagiose dei bambini e delle bambine che lo leggeranno in attesa o in occasione del Natale.

Dunque, procedo con ordine, sebbene l’ordine non sia propriamente adatto allo stile movimentato di Doyle, né ai suoi bislacchi protagonisti. Il principale attore dell’avventura in slitta volante è Rover Bond, cane domestico pieno di iniziative (non vi svelo cosa sia capace di vendere, arricchendosi!) che per un disgraziato accidente si ritrova a sostituire la renna Rudolph che pare abbia l’influenza ma in realtà è affllitta da un male ben più difficile da sdradicare una volta che si insinua in qualcuno: la disillusione.

Poi ci sono due lucertoloni, Heidi e Hans quando fa freddo, altri nomi a seconda della temperatura, che non si risparmiano mai e si spartiscono mosche succose.

E naturalmente ci sono i bambini. Jimmy, Kayla, Robbie, Victoria e tutti i bambini del mondo.

Ecco un vero segreto. In questo caso è possibile spiegare la magia. La slitta volava e Rover insieme alla slitta, perché i bambini di tutto il mondo credevano che fosse possibile. I bambini credevano che la slitta potesse volare e la slitta volava. Erano i bambini di tutto il mondo a tenerla sospesa in aria. È semplicissimo.

Gli intermezzi divertono senza spezzare la lettura anche se in alcuni momenti li ho trovati un po’ forzati, e il finale… beh, di finali ce n’è una vasta scelta. Io ho scelto quello sdolcinato, ma ce ne sono per tutti i gusti. Lo stile non perde mai tono e diverte.

Consiglio questo racconto a tutte le bambine e a tutti i bambini che tengono in alto nel cielo le slitte cariche di regali nella notte di Natale.

51Go2FHrmSL._SX331_BO1,204,203,200_Titolo: Rover salva il Natale
Autore: Roddy Doyle, B. Ajhar, G. Zeuli (trad.)
Editore: Salani
Dati: 2015, 152 pp., 11,00 €

Lo trovi tra gli scaffali virtuali di Amazon.it