La lunga notte dell’11 settembre

chile_murales_protesta_cabeceraSalvador Guillermo Allende Gossens era un medico prima di diventare il presidente del Cile (il presidente buono); forse per questa ragione, tra le altre, aveva una speciale empatia nei confronti dei più deboli. La convinzione profonda che guidava la sua vita politica era che le possibilità dovessero essere di ciascun uomo e di ogni donna, anche dei più umili, anche dei rotos (i rottami). Credeva nella pace e nella possibilità di imporla senza ricorrere all’uso di armi. L’11 settembre del 1973 si imposero invece la viltà e il tradimento, si impose la violenza che scalzò il coraggio e la giustizia, che annientò i diritti civili e uccise Allende consacrandolo a mito.jara

Il golpe dell’11 settembre fu una delle pagine più buie della storia contemporanea; difficile leggerne di limpide dunque. Da Lapis edizioni ricevo, invece, un agile libricino dalla copertina cartonata che ritrae Palazzo della Moneda sventrato, in fiamme. Pedro, nato dalla penna di Sofia Gallo, tiene un diario in cui racconta i suoi giorni immediatamente precedenti all’11 settembre; Pedro non è mai esistito ma le vicende narrate per sua voce sono realmente accadute e i luoghi percorsi dal panico e dalla paura altrettanto veri.hqdefault

La narrazione in prima persona rende le vicende ancora più intense, è come se il timbro della voce di questo bambino non pienamente conscia di quanto gli stia accadendo attorno, percorresse ogni riga, rendendo i fatti umani, vivi e veri. Lo si legge in poco tempo, ma altro ne richiede e pretende per riletture e approfondimenti. Questa storia da personale diviene universale e induce a quello che è tra i più nobili pregi della lettura consapevole: la ricerca. Rimanda alla ricerca dei discorsi di Salvador Allende, all’ascolto delle canzoni di Victor Jara e degli Intillimani, alla lettura delle poesie di Pablo Neruda; alla scoperta delle immagini dei murales che comunicavano idee di progresso e giustizia e che tinsero di colori vivi il Cile prima, durante e dopo il colpo di stato.

L’audio dell’ultimo discorso di Salvador Allende (11 settembre 1973)

00000349Titolo: La lunga notte
Autore: Sofia Gallo, Lorenzo Terranera (ill.)
Editore: Lapis edizioni
Dati: 2013, 71 pp., 10 €

Lo trovi tra gli scaffali virtuali di Amazon.it

Andiamo alla scoperta degli Inca e, con qualche brivido, in Transilvania

Si avvicina la proclamazione dei nuovi vincitori del Premio Andersen, giorno che aspetto sempre con molta curiosità e sul cui esito scommetto sempre qualcosa con me stessa…
Nel 2008, per esempio, si aggiudicò il premio come miglior collana di divulgazione Paesi e popoli del mondo di EDT (Lonely Planet), una delle mie preferite per il saper coniugare la leggerezza della curiosità all’approfondimento storico-etnologico. Si tratta di albi cartonati e quadrati, adatti a bambini che abbiano già una certa autonomia e dimestichezza di lettura, corredati da tavole illustrate e fotografie.

Sofia Gallo (che abbiamo già incontrato qui), Ana Cecilia Ponce Paredes e Eric Tournaire, accompagnano i bambini , per esempio, in Perù, mettendone subito in evidenza il fascino e la meraviglia dell’essere un paese dalle tante facce. Si affaccia sull’Oceano Pacifico per tutta la sua lunghezza, è percorso dalla Cordigliera delle Ande e di conseguenza vanta montagne innevate; oltre le Ande c’è la giungla amazzonica con le sue foreste popolate da centinaia di specie diverse di piante e animali. Infine era il cuore del vasto e potente Impero Inca, di cui restano meravigliose tracce.

Quindi spazio alla biodiversità, alla capitale archeologica d’America, Cuzco, a Machu Picchu, ai misteriosi disegni di Nazca. Al mare e alla foresta non tralasciando curiosità e informazioni che stimoleranno certamente la fantasia dei bimbi e intensificheranno in loro il desiderio di visitare i luoghi di cui leggono.

Non mi meraviglia l’efficacia di un albo sul Perù; stupefatta sono rimasta, invece, dallo sfaccettato fascino della Romania. Romania, viaggio nel paese di Dracula di Sofia Gallo, Ciprian Ghiras e Ana Popovici, racconta la Romania sotto tutti i suoi aspetti: morfologico, sociale, turistico. Il romeno più famoso di sempre è certamente Dracula personaggio di fantasia appartenente a una specie inesistente inventato da uno scrittore irlandese che in Romania non era nemmeno mai stato. Ben diversi dal terribile Conte sono gli abitanti di questa vasta repubblica neolatina tagliata in due dai Carpazi. Alle ifluenze slave si mescolano le origino romane il cui latino vive nel rumeno più che in ogni altra lingua neolatina.

Strutturato come di consueto con un’alternanza equilibrata tra box di testo, disegni, fotografie e descrizioni, apre alla meraviglia raccontando di come vivano, e dove, gli abitanti le loro tradizioni e festività, ricette tipiche e musica tradizionale. La storia di luoghi reali si confonde con la leggenda; tra gli straordinari castelli della Valacchia non può mancare quello di Vlad Dracula; Nei monasteri affrescati potremmo rivivere le imprese di Stefano il Grande, e potremo confonderci tra il blu del delta del Danubio e quello ineguagliabile della “Cappella Sistina del Levante” (il monastero di Voronet). Un Paese affascinante, dunque, che questo albo descrive in maniera poetica.

Titolo: Romania. Viaggio nel paese di Dracula
Autore: Sofia Gallo, Ciprian Ghiras, A. Popovici
Editore: EDT, Lonely Planet (Giralangolo)
Dati: 2011, 36 pp., 14,00 €

Lo trovi tra gli scaffali virtuali di Amazon.it

 

 

 

Titolo: Perù
Autore: Sofia Gallo, Ana C. Ponce Paredes
Editore: EDT, Lonely Planet (Giralangolo)
Dati: 2010, 34 pp., 10,00 €

Lo trovi tra gli scaffali virtuali di Amazon.it

I cavalieri di re Lev

Quando i deboli si coalizzano per far le scarpe ai forti è facile che qualcuno di loro viva delle splendide avventure e, coraggioso e aitante, passi alla Storia.

E si ritrovi nelle storie.

È il caso de “I cavalieri del Re Lev e altre fiabe dell’Ucraina” di Sofia Gallo e Tetyana Gordiyenko (Sinnos editrice, 2010), tra le cui pagine fa spesso capolino il cosacco, o, questo significa in turco, il “cercatore di fortuna”. Un eroe caleidoscopico ora capace di sconfiggere orde di pericolosi nemici, ora semplice contadino in grado di trovare il rarissimo e magico fiore di felce, ora marito burlone che si prende teneramente gioco della moglie credulona.re-klev2-e1448385561300

Sono fiabe bellissime, come solo le fiabe sanno essere, specie se affondano le proprie radici nelle storie della tradizione, ma non sono solo questo perché “I cavalieri di Re Lev” si inserisce in un progetto interculturale ben più ampio portato avanti dalla Sinnos editrice da molti anni (dagli anni ’90) con intelligenza. Si tratta della collana Zefiro in cui “racconti portati dal vento” da luoghi molto distanti per chilometri e cultura giungono fino a noi portandosi dietro tutta la loro originale bellezza e i suoni unici e protettivi della lingua madre.

Perché queste fiabe (così come l’introduzione) sono tutte con il testo a fronte affinché possano rivelarsi un effettivo strumento di comunicazione, conoscenza e integrazione.

Una comunicazione assolutamente non univoca, dunque, che permette di poter propriamente viaggiare all’interno di culture a volte poco note, almeno non quanto meriterebbero.

Alla fine del volume, sfuggito alle fauci di una furbissima volpe, un approfondimento sulla lingua ucraina in cui si possono trovare interessanti informazioni sulle lingue slave e sull’alfabeto cirillico.

Le fiabe sono illustrate con raffinate tavole in bianco e nero di Yuriy Rudyuk, artista libero, così ama definirsi, nato in Ucraina.

Sofia Gallo vive e lavora a Torino, dopo aver lavorato a scuola e nell’ambito editoriale, si dedica ora ai libri per bambini; Tetyana Gordiyenko è nata in Ucraina, appassionata di scrittura ha tradotto diverse poesie e racconti, collabora, inoltre, con un’associazione che si occupa di insegnare l’italiano ai ragazzi di Chernobyl.

51m54pdmo9l-_sx331_bo1204203200_Titolo: I cavalieri del Re Lev e altre fiabe dell’Ucraina
Autore: testo di Sofia Gallo e Tetyana Gordiyenko,
illustrazioni di Yuriy Rudyuk
Editore:  Sinnos editrice
Anno di pubblicazione: 2010
Prezzo: 10,50 euro
Pagine: 143, ill.

Lo trovi tra gli scaffali virtuali di Amazon.it

Juliette, cuoca raffinata, sorella di Amélie, scrittrice deliziosa, propone un vademecum per cuochi casalinghi fatto di ingredienti semplici e al contempo speciali, nutriti di originali colpi di coda che conferiscono ad ogni piatto un sapore esclusivo